Abbildungen der Seite
PDF
EPUB
[graphic][subsumed][ocr errors][subsumed][subsumed][subsumed]

tasõnis

METAMORPHOSEON

Balico Carmine

Libri XV.
CUM APPOSITIS

[merged small][merged small][graphic][subsumed][merged small]

Gift of S.L.M. Rosenberg

Le Metamorfosi sono l'opera sopra cui più saldamente sta fondata la fama di Ovidio. Omero e Virgilio ci dipingono i Numi della Grecia e del Lazio in azione. Ne’loro poemi, giustamente reputati divini, noi veggiamo Giove, che sedotto dal cinto di Venere, si addormenta in braccio alla moglie sulla cima dell' Ida selvoso, e la madre d'Amore che sostituisce l'insidioso suo figlio al figlio di Enea per vincere il ritroso animo di una regina troppo fida alle ceneri dell’estinto consorte. Ma chi sono questi Dei? quali geste contraddistinguono la loro istoria? quali relazioni ebbero coi primitivi mortali? con quali immaginati portenti fu assodato il culto loro sopra la terra ? Ecco ciò che senza le Metamorfosi di Ovidio resterebbe avvolto nell'oscurità, e spesso anche sepolto in un bujo profondo. Caddero distrutti i templi del politeismo, o rivolti furono al servizio del Dio unico e vero. La scure o la fiamma ha violato i boschi sacri, testimoni di arcani riti e di mistiche feste: tacciono gli oracoli dalla sacerdotale arte inventaii; le caverne, cinte da terror religioso, ove l'ingannato volgo credea che il cielo si comunicasse alla terra, più non offrono che

[ocr errors]
« ZurückWeiter »