Abbildungen der Seite
PDF
EPUB

Dicta fides sequitur; responsaque vatis aguntur.
Liber adest: festisque fremunt ululatibus agri.

528. Liber. De Bacchanalibus, sacro Graeco, 'scelerum omnium seminario, videatur Liv. lib. 94.,ubi in concione Portius Cato Consul inter caeter a : Primum, inquit, mulierum magna pars etc.; deinde simillimi feminis mares stuprati, et constupratores, fanatici, vigiles, vino, strepitibus, clamoribus. que nocturnis attoniti, etc. In his sacris Bacchantes thyrsos gerentes, pampinis hederaque coronatae gestabant vites, hircos, cophinos, phallos: per sylvas, montes, nemora furibundae saltabant ; dissono clamore, ululatu, tibiarum cantu et cymbalorum tinnitu omnia replebant : hic stupra promiscua, caedes infandae. Sed plura lege apud Patres, Arnob. lib. 5., Aug. de Civ. Dei lib. 6. cap. 9. et lib. 18. C. 13., Clem. Alexand. in Protrep. Euseb lib. 2. Praepar. Evang. cap. 5., Tertull. de spectaculis, Firmicum de err. prof. relig.

215
Innanzi e dopo il carro, ov'ei sedea,
Venia diversa ed ordinata gente,
La più divota , e ch'osservato avea
Dappoi ch'ebbe occupato l'Oriente,
Quel che di giorno in giorno egli facea,
Con più sincera e ben disposta mente:
Plebe assai , pochi illustri uomini, e donne,
Varj di lingue , e d'effigie, e di gonne.

216
Innanzi al carro tre vanno ad un paro ,
Varj d'aspetto , d'abito e

abito e d'onore; Quel di mezzo è'l più degno e 'l più preclaro , Più bello e più disposto, ed è il Vigore: L'illustre viso suo nitido e chiaro Fa fede del robusto suo valore, E dimostra negli atti , e nell'aspetto, D'essere un uom temprato, e circospetto.

217 Da man destra al Viger segue un uom fosco, Che mostra aver’in lui poca ragione: La chioma ha rabbuffala , e l'occhio losco, E porta

invece d'arme un gran bastone ; E quanto stender

puote

il morto bosco, Fa star discosto tutte le

persone ; Non usa di ferir con fromba , o dardo; Che non gli serve di lontan lo sguardo.

218 Questo è il Furor pericoloso affatto, E ciascun fugge di conversar seco, Perocch' egli va in collera in un tratto, E gira in cerchio quel baston da cieco: Ferisce sempre mai da presso e ratto, Ma non tardi , o lontan, che l'occhio ha bieco: E se pur a ferir discosto ardisce, Trova sempre fra via chi l'impedisce.

Turba ruunt: mixtaeque viris matresque nurusque, Vulgusque,proceresque, ignota ad sacra feruntur. 530 Quis furor, anguigenae, proles Mavortia, vestras

531. Anguigenae. Thebani , quorum scilicet patres nati e dentibus Dra: conis. V. supra.

219
L’Ira va sempre dietro a quest'insano,
Che'l viso ha magro macilente e brutto:
Il capo ha secco, picciolo e mal sano,
Che spesso poco fumo empir suol tutto.
Di serpi ha un mazzo nella destra mano,
E quando ha pien di fumo il capo asciutto ,
Con quei punge il Furor, seco s'adira,
E quel col suo baston si ruota, e gira.

220

in

Da man manca il Vigor non molto appresso Segue il Timore, e sta sempre paura : Va sbigottito, timido, e dimesso, E intento mira, e pon per tutto cura: Va muto, e non si fida di se stesso, Vuol talvolta parlar, nè s'assicura: Se parla alfin col dir basso ed umile, Mostra l'animo suo meschino e vile.

221

Non ardisce il Furor guardar nel viso,
E gli par sempre aver quel legno addosso;
E teme , ch'ei no'l coglia all'improvviso ,
Da qualche umore irragionevol mosso :
Però si sta con l'occhio in su l'avviso,
Per fuggir via, prima che sia percosso:
Nè crede il vil d'ogni fortezza ignudo,
Che'l Vigor sia bastante a fargli scudo.

222

Il Vigor, che fra lor nel mezzo è posto, Che va sì poderoso e tanto altero, Non può star, che'l Timor non stia discosto, Nè assicurargli il suo sì vil pensiero: Sen va il Vigore in modo ben disposto, Che non tien conto del Furor sì fiero; Pur sebben va con sì sicuro petto, Gli sta lontano anch'ei per buon rispetto.

Attonuit mentes? Pentheus ait; aerane tantum
Ære repulsa valent? et adunco tibia cornu?
Et magicae fraudes? ut quos non belliger ensis,

534. Ut quos non bellicus. Res longe indignissima, moveri el expugna. ri cantibus ac vocibus feminarum, ebriorum; et a constantia , gravitate, magnitudine animi et fortitudine tam facile dimoveri.

« ZurückWeiter »