Papato e monachesimo esente nei secoli centrali del Medioevo

Cover
Nicolangelo D'Acunto
Firenze University Press, 2003 - 236 Seiten
Nei secoli XI-XIII la libertà dall'ingerenza delle diocesi consentì ai monasteri che godevano dell'esenzione di interagire con i ceti dominanti locali, così da incidere sulle trasformazioni sia delle strutture ecclesiastiche, sia degli assetti politici ed economici del territorio. Gli autori analizzano il fenomeno da diversi punti di vista - sempre prestando attenzione alle fonti - trattando temi quali: gli interventi del papato per influire sulla configurazione costituzionale di Ordini e congregazioni; le forme dei documenti emanati a tale scopo dalla cancelleria pontificia; le intricate relazioni tra papato, vescovi e monasteri esenti; i rapporti tra questi ultimi e le società locali.
 

Was andere dazu sagen - Rezension schreiben

Es wurden keine Rezensionen gefunden.

Inhalt

Nicolangelo DAcunto Considerazioni introduttive
3
Nicolangelo DAcunto I Vallombrosani e lepiscopato
41
Guido Cariboni Esenzione cistercense e formazione
65
Maria Pia Alberzoni Innocenzo III il IV concilio
109
Guido Cariboni Il papato di fronte alla crisi
179
Nicolangelo DAcunto I documenti per la storia
215
Urheberrecht

Häufige Begriffe und Wortgruppen

Bibliografische Informationen