Parnaso italiano ovvero Raccolta de'poeti classici italiani [ed. by A. Rubbi] 56 tom

Cover
 

Was andere dazu sagen - Rezension schreiben

Es wurden keine Rezensionen gefunden.

Andere Ausgaben - Alle anzeigen

Häufige Begriffe und Wortgruppen

Beliebte Passagen

Seite 27 - Era già drieto alla sua disianza gran tratto da' compagni allontanato ; né pur d'un passo ancor la preda avanza, e già tutto il destrier sente affannato : ma pur seguendo sua vana speranza, pervenne in un fiorito e verde prato. Ivi sotto un vel candido gli apparve lieta una ninfa; e via la fera sparve.
Seite 37 - Né mai le chiome del giardino eterno tenera brina o fresca neve imbianca; ivi non osa entrar ghiacciato verno, non vento o l'erbe o gli arboscelli stanca; ivi non volgon gli anni il lor quaderno, ma lieta Primavera mai non manca, ch'e suoi crin biondi e crespi all'aura spiega, e mille fiori in ghirlandetta lega.
Seite 21 - Quanto è più dolce, quanto è più sicuro seguir le fere fuggitive in caccia, fra boschi antichi, fuor di fossa o muro; e spiar lor covil per lunga traccia! veder la valle, e...
Seite 49 - Dall'uno all'altro orecchio un arco face il ciglio irsuto lungo ben sei spanne: largo sotto la fronte il naso giace, paion di schiuma biancheggiar le zanne; tra...
Seite 21 - ... suo vincastro, dolce è a notar come a ciascuna garra. Or si vede il villan domar col rastro le dure zolle, or maneggiar la marra; or la contadinella scinta e scalza star con l'oche a filar sotto una balza. In cotal guisa già l'antiche genti 10 si crede esser godute al secol d'oro; né fatte ancor le madri eron dolenti de' morti figli al marzi'al lavoro; né si credeva ancor la vita a...
Seite 29 - L'aer d'intorno si fa tutto ameno, Ovunque gira le luci amorose. Di celeste letizia il volto ha pieno, Dolce dipinto di ligustri e rose. Ogni aura tace al suo parlar divino, E canta ogni augelletto in suo latino.
Seite 28 - Ah qual divenne! ah, come al giovinetto corse il gran foco in tutte le midolle! che tremito gli scosse il cor nel petto!
Seite 40 - Il chiuso e crespo bosso al vento ondeggia , E fa la piaggia di verdura adorna : II mirto , che sua Dea sempre vagheggia , Di bianchi fiori i verdi capelli orna. Ivi ogni fiera per amor vaneggia : L...
Seite ii - Veneti» che possa, essere stampato , osservando gli ordini in materia di Stampe , e presentando le solite Copie alle pubbliche Librerie di Venezia, e di Padova. Dat. li io. Aprile 178*. ( Andre
Seite 37 - ... 1 fallace Sperar col van Disio spargon nel sasso l'acqua del bel rio. 74 Dolce Paura e timido Diletto, dolce Ire e dolce Pace insieme vanno; le Lacrime si lavon tutto il petto e '1 fiumicello amaro crescer fanno; Pallore smorto e paventoso Affetto con Magreza si duole e con Affanno; vigil Sospetto ogni sentiero spia, Letizia balla in mezo della via.

Bibliografische Informationen